Deposito di rifiuti sulle strade pubbliche?

Telecamera di scarico autonoma

con AI per identificare gli autori di scarichi illegali


Polizia municipale | Sindacato

In campagna o in città, vi aiutiamo a combattere lo scarico illegale. Le nostre telecamere stand-alone, mobili ed efficaci, permettono di rintracciare rapidamente gli inquinatori e di porre fine al problema.

Sistema autonomo e automatico brevettato

Mobili, autonomi e invisibili, i nostri dispositivi sono efficaci nel rintracciare gli autori delle inciviltà.

 

La nuova generazione di trappola fotografica
contro lo scarico illegale e altre inciviltà

Automatico, autonomo, mimetizzabile (anche senza albero)

Karroad ha sviluppato un uno strumento per combattere lo scarico illegale di oggetti o rifiuti ingombranti.

Il dispositivo Karroad viene fornito da solo e non richiede una scheda SD.

Autonomo e protezione della privacyQuesto sistema permette di essere avvisati in tempo reale di scarichi ingombranti o illegali.

Questo sistema è brevettato. È l'evoluzione della fototrappola.

La nostra soluzione è il l'unica soluzione di rilevamento automatico stand-alone anti-littering.

Karroad ti aiuta a identificare i colpevoli

discariche di rifiuti

all'interno e nei dintorni

Il littering è una piaga della nostra vita quotidiana e un vero spreco per l'economia circolare

La gente butta via tutti i tipi di rifiuti, soprattutto con l'aiuto di un veicolo. Dai rifiuti domestici ai rifiuti più grandi (carcasse).


Le discariche abusive costano sempre di più alle nostre comunità senza essere fermate. Costano sempre di più per ottenere lo stesso risultato. Richiedono risorse significative, sia per localizzarle, sia per rimuoverle, sia per sanzionare gli indelicati inquinatori.

Karroad offre una soluzione innovativa e brevettata per aiutarvi a fermare lo scarico illegale una volta per tutte. Infatti, o il sindaco, con il suo potere di polizia, o un'istituzione pubblica di cooperazione intercomunale, può mettere in atto una vera strategia per fermare i depositi illegali di rifiuti.

Sulla base del principio della possibilità di una messa in mora o del pagamento di una multa fissa da parte del trasgressore (articolo l541-3 del codice dell'ambiente e l'articolo articolo l 5211-9-2 del Code Général des Collectivités), il sindaco o qualsiasi detentore del potere di polizia può agire. Nel caso dei condomini, sarà il Sindacato. Infatti, con l'aiuto di un veicolo o meno, di giorno o di notte, possono verificarsi delle inciviltà. I rilevatori di movimento non bastano: troppe foto! 

.

Karroad ha sviluppato un uno strumento per combattere lo scarico illegale di oggetti o rifiuti ingombranti.

Il dispositivo Karroad viene da solo, senza scheda SD.

Autonomo e protezione della privacyQuesto sistema permette di essere avvisati in tempo reale di scarichi ingombranti o illegali.

Questo sistema è brevettato.

La nostra soluzione è il l'unica soluzione di rilevamento automatico stand-alone anti-littering.

Può funzionare da inoltre con pannelli solari per una totale autonomia e può essere camuffato.assenza di alberi o elementi.

Un cacciatore di telecamere con AI per combattere il littering

Dispositivo brevettato

Interno o esterno

Nei condomini o negli spazi pubblici di una città

 

 

Karroad ti aiuta a fermare il littering sulla strada pubblica o nel tuo condominio

Fermare il comportamento incivile

Le nostre soluzioni sono lì per aiutarvi a fermare le continue inciviltà. Siamo qui per aiutarti a risparmiare tempo e concentrarti sulle cose importanti.

Proteggere la privacy

La videosorveglianza è un buon strumento. Per combattere le inciviltà, la videosorveglianza non è uno strumento adatto. I nostri strumenti rispettano la tua privacy, la tua immagine non sarà presa se non denunci l'inciviltà.

Migliorare l'ambiente di vita

Il tuo ambiente di vita è importante: il tuo condominio, la tua città sono elementi importanti. Le nostre soluzioni sono orientate a garantire che questi ambienti di vita non siano sporchi.

Parlano di noi

13 + 13 =

Il littering è un grave problema di salute pubblica e di inquinamento ambientale. Consiste nell'abbandono dei rifiuti al di fuori dei centri di smistamento e dei punti di raccolta ufficiali, spesso in aree naturali o ai bordi delle strade. Può assumere diverse forme, dai sacchetti di plastica abbandonati sul ciglio della strada ai veicoli abbandonati nei boschi.

I rifiuti sono dannosi per l'ambiente e la salute umana. Possono inquinare il suolo e l'acqua, danneggiare gli ecosistemi e le specie animali, causare cattivi odori e fastidi visivi. Inoltre, possono essere pericolosi per le persone che vi sono esposte, ad esempio per il contatto con sostanze tossiche o la presenza di oggetti appuntiti.

È quindi importante lottare contro le discariche abusive per preservare l'ambiente e la salute di tutti. Ecco alcuni modi per farlo:

  1. Creazione di campagne di sensibilizzazione

Uno dei primi passi nella lotta al littering è la sensibilizzazione sugli impatti negativi del littering. È importante far capire alle persone che i rifiuti hanno una destinazione finale e che esistono modi legali e responsabili per smaltirli.

Ciò può essere ottenuto attuando campagne di comunicazione attraverso vari media (radio, televisione, manifesti, social network, ecc.), partecipando a eventi di sensibilizzazione nelle scuole o nelle aziende, o distribuendo guide e consigli pratici sulle buone pratiche di differenziazione e gestione dei rifiuti.

  1. Rafforzare le strutture per la raccolta e lo smistamento dei rifiuti

Per incoraggiare i cittadini a non depositare i propri rifiuti al di fuori dei punti di raccolta ufficiali, è importante fornire loro buone strutture di selezione e gestione. Ciò può essere fatto fornendo bidoni e contenitori locali per la raccolta differenziata, distribuendo punti di raccolta aggiuntivi nelle aree densamente popolate o istituendo sistemi di raccolta adattati alle esigenze degli abitanti (ad esempio, la raccolta differenziata).

  1. Promuovere la riduzione e il riutilizzo dei rifiuti

Un altro modo per combattere i rifiuti è ridurre la quantità di rifiuti prodotti dalla popolazione. Ciò può essere fatto sensibilizzando all'acquisto responsabile, promuovendo il consumo di prodotti locali e stagionali e favorendo il riutilizzo degli oggetti usati.

Esistono anche modi per incoraggiare le aziende a implementare sistemi di gestione dei rifiuti più efficienti, come il riciclaggio o il compostaggio, che recuperano i rifiuti e ne riducono l'impatto sull'ambiente.

  1. Rafforzamento delle sanzioni e dei controlli

Purtroppo, spesso è difficile far rispettare le norme sulla gestione dei rifiuti e prevenire le discariche abusive. Per combattere questo fenomeno, può essere utile rafforzare le sanzioni e i controlli in caso di non conformità.

Ciò può includere campagne di controllo e penalizzazione dei reati, monitoraggio e tracciamento delle discariche illegali e meccanismi di responsabilizzazione delle imprese e degli individui (ad esempio, richiedendo loro di contribuire finanziariamente ai costi di gestione dei rifiuti).

  1. Messa in atto di modalità di gestione e di pulizia

Infine, è importante mettere in atto disposizioni per gestire e ripulire le discariche abusive già abbandonate. Ciò può essere fatto attraverso l'intervento di professionisti specializzati, incaricati di raccogliere e trattare i rifiuti in modo responsabile.

Può anche essere utile istituire programmi di partecipazione dei cittadini, come le azioni di pulizia organizzate dalle associazioni o dalle autorità locali, che consentono di sensibilizzare i cittadini sui problemi di salute pubblica e di responsabilizzare tutti sulla manutenzione dell'ambiente.

In conclusione, la lotta alle discariche abusive è una questione importante per la salvaguardia dell'ambiente e della salute pubblica. Richiede un'azione collettiva e mezzi diversificati, che vanno dalla sensibilizzazione alla riduzione dei rifiuti, passando per l'implementazione di sistemi di raccolta e gestione efficienti e il rafforzamento delle sanzioni e dei controlli. 

La lotta alle discariche abusive è una questione importante per la salvaguardia dell'ambiente e della salute pubblica. Richiede un'azione collettiva e mezzi diversificati, che vanno dalla sensibilizzazione alla riduzione dei rifiuti, passando per l'implementazione di sistemi di raccolta e gestione efficienti e il rafforzamento di sanzioni e controlli. Ognuno di noi può contribuire alla lotta contro il littering adottando buone pratiche di differenziazione e gestione dei rifiuti, informando le autorità se viene rilevato un littering e partecipando alle azioni di pulizia organizzate dalle autorità locali o dalle associazioni. Agendo in modo responsabile, possiamo proteggere l'ambiente e la salute di tutti e contribuire a un mondo più pulito e sostenibile.

Il ex soluzioni per la lotta contro lo scarico illegale

Telecamere stand-alone e non stand-alone

Le telecamere di videosorveglianza, o telecamere di protezione, sono sempre più utilizzate nella lotta contro le discariche abusive. Si tratta di dispositivi autonomi, soggetti al Codice di Sicurezza Interno e che richiedono un'autorizzazione prefettizia per essere installati. Rientrano nell'ambito delle telecamere di videosorveglianza e possono essere dotate di sensori a infrarossi, che possono alterare la leggibilità delle targhe di notte. La maggior parte di queste telecamere è almeno Full HD, ma alcune possono essere 2k o 4k.

Nonostante la loro potenziale utilità nella lotta contro le discariche abusive, l'uso di queste telecamere presenta diverse limitazioni. Innanzitutto, la Polizia municipale o il sindaco non hanno il diritto di utilizzare le registrazioni video effettuate da queste telecamere, a meno che non ci sia un accordo specifico. Per avviare un procedimento legale, il municipio deve quindi rivolgersi ai tribunali presentando una denuncia al pubblico ministero. I gendarmi sono responsabili del recupero dei nastri e il pubblico ministero può quindi agire. Tuttavia, abbiamo osservato che in Francia i tempi di risposta sono in media di tre mesi. Ciò può rendere queste telecamere inadeguate e sovradimensionate per la lotta contro lo scarico illegale, soprattutto se consideriamo l'aspetto normativo che può complicare il loro funzionamento.

È quindi importante chiedersi se l'uso di queste telecamere sia davvero la soluzione più appropriata per combattere il littering. 

È quindi importante garantire il rispetto delle norme sulla privacy quando si utilizzano queste telecamere. Ciò può includere la fornitura di cartelli informativi che indichino la presenza di telecamere a circuito chiuso, istruzioni chiare sul loro utilizzo e la creazione di un sistema di gestione dei dati registrati da queste telecamere.

Inoltre, è importante notare che l'uso delle telecamere a circuito chiuso non deve essere considerato l'unica soluzione per combattere il littering. È infatti essenziale mettere in atto una serie di misure per prevenire e regolamentare questo fenomeno.

In sintesi, l'uso di telecamere a circuito chiuso può essere una soluzione utile nella lotta al littering, ma è importante garantire il rispetto delle norme sulla privacy e che non sia l'unica soluzione da attuare. È necessaria un'azione collettiva e diversificata per preservare l'ambiente e la salute di tutti e per contribuire a un mondo più pulito e sostenibile.

Karroad può supportarvi dall'analisi legale ai relativi workshop nella lotta contro le discariche abusive.

 

 

protezione video contro lo smaltimento dei rifiuti

Questi scarichi possono essere fatti con un veicolo, le telecamere (così come le trappole per telecamere) sono di solito dotate di visione notturna a infrarossi (controllare il numero di led ir) la cui portata supera molto raramente i 20m.

La preoccupazione è che gli infrarossi possono causare un effetto flash sulla targa, che la rende difficile da leggere. È meglio scegliere sistemi di telecamere di sorveglianza o trappole per cacciatori con sensori che migliorano la qualità e la colorazione delle viste notturne tramite AI. Il Il littering sta diventando più facile da individuare.

trappola fotografica per la polizia municipale

Trappole fotografiche ( ccaccia alle amere - foto trappola )

 

Le trappole con telecamera sono strumenti spesso utilizzati dai fotografi naturalisti per catturare gli animali selvatici. Sono progettate per scattare foto quando viene rilevato un movimento davanti alla fotocamera. Le immagini vengono memorizzate sulla fotocamera o inviate via e-mail tramite una connessione 4G, che consente il monitoraggio remoto di queste immagini su base forfettaria (di solito circa 200 immagini al mese). Queste trappole con telecamera sono spesso dotate di schede SD e hanno una risoluzione HD di 1080p. Sono alimentate da batterie AA sensibili al freddo e hanno una velocità di attivazione variabile, solitamente basata sulla velocità di movimento degli animali. Spesso sono anche dotate di LED neri (o LED a infrarossi) per consentire la visione notturna, ma va notato che gli infrarossi possono riflettere le targhe.

Il problema principale di queste fototrappole è che è necessario visionare molte foto per sperare di vedere un reato di discarica ingombrante. Una volta che la foto è stata identificata, è necessario creare un file

per la trasmissione al pubblico ministero e non è l'operatore che può intervenire direttamente. Per poter intervenire, la Polizia Municipale deve ottenere una flagranza di reato per ogni abbandono di rifiuti. Questo può richiedere molto tempo all'operatore (in media 2 giorni al mese) e non sempre porta a multe.

Si raccomanda al Comune di chiedere un'autorizzazione scritta all'Ufficiale di Polizia Giudiziaria prima di utilizzare questo tipo di dispositivo e di informare il Pubblico Ministero dell'utilizzo di queste procedure. È inoltre importante tenere conto delle insidie da evitare affinché le multe siano valide ed efficaci nella lotta contro le discariche abusive.

Così, è necessario vedere trabocchetti da evitare per garantire che le vostre multe siano fatte bene.

È inoltre importante notare che l'uso di trappole con telecamera può sollevare problemi di privacy. È quindi essenziale garantire il rispetto delle norme sulla privacy quando si utilizzano questi strumenti e che il loro uso sia giustificato e necessario. In sintesi, è importante mettere in atto una strategia completa per combattere il littering, utilizzando diverse misure e garantendo il rispetto dei diritti di tutti.

Karroad commercializza e accompagna i suoi clienti lungo il percorso contro le discariche abusive.

La raccolta dei rifiuti è anche un problema in termini di quantità di scarichi illegali. Tuttavia, raramente è la città (e ancor meno la sindaca) a gestire la raccolta dei rifiuti.

Cartelloni pubblicitari o cartelli di divieto di scarico

Sulla base del principio di ricordare alle persone la legge, i cartelli di divieto di abbandono sono comunemente usati.

Le bacheche possono essere un modo efficace per combattere il littering, informando i cittadini sulle regole di gestione dei rifiuti e sulle conseguenze del loro mancato rispetto.

I cartelloni possono essere installati in luoghi dove il littering è frequente, come lungo i bordi delle strade, nei parchi pubblici e nei giardini, o vicino ai centri di raccolta dei rifiuti. Possono essere utilizzati per ricordare ai cittadini le regole della raccolta differenziata e della gestione dei rifiuti, per indicare i punti di raccolta e smaltimento più vicini o per presentare i programmi di riduzione e riutilizzo dei rifiuti istituiti dal Comune o dalla Regione.

I cartelloni possono essere utilizzati anche per sensibilizzare l'opinione pubblica sui problemi ambientali e sanitari associati al littering e per incoraggiare le persone ad adottare comportamenti responsabili ed ecologici. Per essere efficaci, i cartelloni devono essere altamente visibili, leggibili e comprensibili e devono essere posizionati strategicamente per raggiungere il maggior numero di persone possibile.

Oltre all'uso delle bacheche, si raccomanda di mettere in atto una strategia globale per combattere il littering, utilizzando diverse misure e garantendo il rispetto dei diritti di tutti. Ciò può includere campagne di sensibilizzazione, schemi di raccolta e smistamento adeguati, programmi di riduzione e riutilizzo dei rifiuti, controlli e sanzioni in caso di inadempienza, pulizia e gestione dei rifiuti. Tutte queste azioni possono contribuire a preservare l'ambiente e la salute di tutti.


Potete leggere la nostra analisi dei cartelli di divieto di abbandono di rifiuti volanti qui.

manifesto per lo scarico illegale

Richiedi un opuscolo

13 + 2 =

4.8/5 - (253 voti)